BreVisioni

Robin #1

di Adam Beechen, Karl Kerschl e Freddie E. William II
, lug. 2007 – 72 pagg. col. spil. – 3,95euro
Continuano gli esordi in casa Planeta, che sta impostando un parco editoriale di tutto rispetto, pur con alcune pecche (in diminuzione) nella parte redazionale. Stavolta è il turno del ragazzo meraviglia, personaggio per il quale personalmente non stravedo, considerandolo un elemento complementare non necessario all’entourage di Batman. Tuttavia non si può disconoscere che questo trittico di avventure presenti qualche pregio. Come di consueto per “Un anno dopo” si riparte dopo una tabula rasa, che in questa occasione è condita da una misteriosa morte di cui è apparentemente colpevole lo stesso Tim Drake, l’attuale Robin. Atmosfere da giallo, fascino delle tecniche investigative e una certa tensione sono create dai testi di Beechen. Interessante la differenza tra i due disegnatori: Kerschl è decisamente più tenebroso, portato a forti giochi di ombre, contrapposto al più nitido William II, più interessato agli aspetti spettacolari della tavola, come dimostra un paginone centrale dal taglio cinematografico. Una lettura non indispensabile ma niente affatto disprezzabile. (Paolo Garrone)

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio