BreVisioni

Leo Pulp #3 – Il Caso della Magnolia Rossa

Leo Pulp #3 - Il Caso della Magnolia Rossa - immagine1-3945di e
Editore, giu. 2007 – 96 pagg. col. bros. – 4,50euro
Con il terzo episodio le avventure di Leo Pulp giungono alla conclusione, ed è un vero peccato: anche se il personaggio soffre di una caratterizzazione decisamente poco marcata (troppo serio per il fumetto umoristico ma troppo stereotipato per quello “realistico”), le sue storie sono sempre state dei piccoli gioielli. “Il Caso della Magnolia Rossa” è forse la migliore della “trilogia”, con una sceneggiatura più serrata e “hard boiled” rispetto alle altre (anche se nel finale il ritmo si perde), complice forse un soggetto preso dallo storico caso della Dalia Nera, omaggiato anche da Brian De Palma nel suo ultimo film. Ma sono i disegni il vero capolavoro: qui Bonfatti (coadiuvato da Cesare Buffagni e Gianluca Raimondi) si sbizzarrisce nel ricreare l’atmosfera della Hollywood anni ’40, e con le sue tavole superdettagliate ci mostra tutto il suo genio. Il giallo è un po’ facile da smascherare, per il lettore smaliziato, ma riesce comunque a incuriosire. Il meglio della storia, pero’, è tutto nelle scene d’azione, nelle quali Nizzi e Bonfatti mostrano un affiatamento invidiabile. Rimane percio’ la speranza di rivederli un giorno ancora insieme, magari proprio sulle pagine di Leo Pulp, che nonostante il burrascoso passato editoriale, resta pur sempre una serie godibile e curata. ()

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio