BreVisioni

The Plain Janes

di Cecil Castellucci e Jimm Rugg
, mag. 2007 – 176 pagg. b/n. bros. – 9,99$
La lancia una nuova linea editoriale intitolata Minx. L’obiettivo è creare singole graphic novel dal prezzo contenuto per lettori giovani (adolescenti, tardo adolescenti) anche non appassionati di fumetti. Una grande sfida, che il fumetto USA sembra faticare a vincere, se paragonato al grande successo dei manga in questi ultimi anni. Minx esordisce con The Plain Janes, un racconto agile, a tratti emotivamente coinvolgente. Castellucci, famosa autrice di romanzi per ragazzi, si cimenta per la prima volta con il linguaggio fumettistico con discreti risultati. Una narrazione intimista che affronta temi importanti: sopravvivere a un attentato e alla paura; trovare la propria identità di adolescente; esplorare l’importanza dell’espressione artistica, anche come forma di rivendicazione della propria libertà e indipendenza. Purtroppo il finale appare affrettato e l’evoluzione emotiva della protagonista non risolta. Rimane il ricordo di una buona lettura ma sospesa, che avrebbe meritato ulteriori sviluppi. Rispetto agli obiettivi di cui sopra, è difficile pronunciarsi. Il racconto sembra abbastanza generalista e dal linguaggio piano e adeguatamente neutro, grazie anche ai disegni di Rugg dotati di buona leggibilità (senza che cio’ assuma significati negativi). Attendiamo tuttavia le prossime prove, a firma e soprattutto . (Guglielmo Nigro)

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio