BreVisioni

Devil & Hulk #128

immagine1-39371

Devil & Hulk #128 - immagine1-3937di AA VV
Panini Comics, giu. 2006 – 80 pagg. col. spil. – 3,00 euro
E’ tempo di tirare le somme su quello che è stato il primo ciclo di (testi) e Michael Lark (disegni) su Devil dopo l’abbandono di Maleev/Bendis. Senza dubbio i due hanno saputo inserirsi benissimo nella testata, senza creare bruschi conflitti nel lettore, sfornando una storia buona e ricca di spunti. Dall’ambientazione (la prigione, dove Matt è rinchiuso insieme a parecchi dei suo nemici), al dilemma sulla vera identità dell’avvocato, sempre sul punto di essere compromessa, pare, inesorabilmente. Ottimo anche il tratto di Lark, che pur non essendo “oscuro” e sporco come quello di Maleev, risulta comunque adeguato alla vicenda. L’unica cosa da appuntare è il poco coraggio dimostrato dagli autori nel voler apportare un cambiamento definitivo nel cast dei personaggi dell’albo, decidendo di reintegrare il personaggio di Foggy Nelson. Prosegue anche Planet Hulk (testi di , matite di e Michael Avon Oeming), che se certo non è una saga imperdibile, sicuramente rappresenta una lettura godibile e apprezzabile, migliore della maggioranza delle storie proposte sinora in questa sede in quanto presenta un personaggio ormai storico (Hulk) impegnato in un contesto totalmente differente da quello in cui siamo abituati a vederlo. (Luca Massari)

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio