BreVisioni

Detective Dante #24 – La madre di tutte le paure

immagine1-38811

Detective Dante  #24 - La madre di tutte le paure - immagine1-3881di e Walter Venturi
, mag. 2007 – 96 pagg. b/n bros. – 2,70euro
E’ finita. La (mini)serie dell’Eura più amata e odiata è arrivata alla sua naturale conclusione. E anche questo numero è un sunto di tutto quello che i detrattori della serie odiano e di tutto quello che gli adoratori amano. Dialoghi da duri, pallottole e sangue a profusione, una folle lotta interiore tra cioe’ che è giusto fare e cioe’ che si vuole fare, una citta’, colpevole e innocente nello stesso tempo, da distruggere, una bomba nucleare che dà finalmente la possibilità a Dante di vendicarsi della sua amata/odiata citta’. Il finale è chiuso, ma nello stesso tempo aperto. Chiuso perché Dante è morto. La sua follia l’ha portato ad autodistruggersi e a distruggere tutte le vite e le persone che con lui hanno avuto a che fare. Ma la sua missione? Mah. Recchioni, da vero sadico, chiude la sua storia senza mostrarci se il detective ha distrutto anche la sua citta’, la città che ha avuto una parte nel ridurlo il folle che e’, o se ha salutato la compagnia da solo, sparandosi un colpo in testa, portando nell’aldilà solo i suoi mostri interiori. Un grilletto, pero’, è stato tirato. Addio detective Dante, quindi. Sono stati due anni sicuramente interessanti. Chissà se invece Paradise City tornera’, in tutta la sua oscurita’, che la fa assomigliare alla Sin City di Miller. (Salvatore Cervasio)

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio