Home > BreVisioni > Supermarket

Supermarket

di e Kristian
, giu. 2007 – 104 pagg. col. bros. – 10,00euro
Prosegue il mio rapporto di odio/amore con l’autore Brian Wood. Se ho amato molto il suo precedente Demo, denso e sentimentale il giusto, questo nuova pubblicazione Supermarket ripropone molte delle debolezze già viste in precedenti lavori, in particolare un’attenzione eccessiva alla forma, a scapito di contenuti – ovvero una trama, una fabula – realmente interessanti. La storia della ragazzina “new-global” e “contro” che scopre improvvisamente di appartenere a una generazione mafiosa è ottimamente condotta nei primi capitoli. I testi sono taglienti, divertenti, anticonformisti e rappresentano con efficacia la sorpresa e il dramma di una tale scoperta, pur mantenendo un tono “pop” leggero e auto-ironico. Ma, terminata la lettura, la storia si risolve in pratica con un nulla di fatto, e l’incipit si rivela niente più che un pretesto per alcune scene d’azione fin troppo cool. Belli e a tono i disegni e la colorazione, ma Supermarket è l’ennesima conferma che per un buon fumetto non bastano il talento e un buon senso dello humor. Alla fine ci assale il dubbio che Wood sia solo un conformista dell’anticonformismo. Attendiamo presto una riprova al contrario. (Guglielmo Nigro)

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

I commenti sono soggetti a moderazione, per questo motivo potresti non vederli apparire subito.
Ti preghiamo di non usare un linguaggio offensivo ma di esporre le tue idee in maniera civile.