Home > BreVisioni > Siberia

Siberia

di Nikolaj Maslov
edizioni, 2007 – 208 pagg. bianco/grigio bros. – 15,00 euro
Consentitemi di parlare di evento. La pubblicazione di una graphic novel (così vuole la vulgata editorial-mediatica) dalla Russia, di uno oscuro cinquantenne moscovita, guardiano notturno, in un paese con poca o nulla tradizione di fumetto, è almeno una grossa notizia e non solo per il comicdom. Ma è anche un caso editoriale dai toni fiabeschi. Un libraio editore di Mosca, ma francese, si improvvisa mentore di Maslov, incontrato per caso, e lo mette a stipendio per 3 anni per terminare l’opera. Il risultato è un memoriale per immagini, di una vita ordinaria di un giovane russo siberiano, sotto il regime sovietico e poi post-sovietico. I ricordi vengono organizzati in episodi dai contorni spesso incerti, dove l’uomo tende a svanire ostinatamente di fronte a entità più grandi e potenti di lui, come la Natura siberiana, grandiosa e sfuggente, o lo Stato, onnipresente e inaccessibile. Una realtà di vuoto, esistenziale e materiale, che viene riempito sistematicamente dalla vodka, il vero pilastro su cui poggia una società fatalista votata alla tragedia. Prima o dopo la caduta del Muro, poco cambia. Le immagini sono in tonalità di grigio rese con punta morbida (non c’e’ utilizzo di china) e tecnica impressionistica. I testi scarni e i silenzi molti. E’ esploso forse il fumetto russo? (Alberto Zamattio)

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

I commenti sono soggetti a moderazione, per questo motivo potresti non vederli apparire subito.
Ti preghiamo di non usare un linguaggio offensivo ma di esporre le tue idee in maniera civile.