BreVisioni

Astonishing X-Men #13-14-15 (in X-Men Deluxe #143-144-145)

di Josh Wedon e
Panini Comics – 96 pagg. col. bros. – 3,50euro cad.
Le storie di e sono il non-evento del mondo degli X-Men. Una delle gestioni più attese, anni fa, e più celebrate alla firma del contratto. Uno dei team creativi che meno stanno dando finora ai personaggi (in una serie creata ex-novo apposta per loro). Terminati i primi due cicli (per un totale di 12 numeri), da X-Men Deluxe #141 inizia il terzo, lunghissimo ciclo. Lunghissimo per due ragioni: le scadenze difficilmente rispettate e la diluizione degli avvenimenti, davvero eccessiva. I primi tre numeri del nuovo ciclo ripartono con le stesse modalità dei precedenti. Dietro a una “forma” imbellettata e di sicuro impatto (disegni e dialoghi) si nasconde una trama esile, basata su dinamiche stra-conosciute, senza mordente, fatte di amori, delusioni, tradimenti e qualche scontro. La predominanza del taglio da soap-opera appesantisce una conduzione del racconto superficiale che delude numero dopo numero. Difficile aspettarsi novità interessanti per il mondo degli X-Men, anche se chi scrive è convinto che quella intrapresa da fosse un’interessante strada di rinnovamento. Non questo salto all’indietro di Whedon e Cassaday. (Guglielmo Nigro)

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio