BreVisioni

Rock Bottom

di e Charlie Adlard
Ait Planet Lar, set. 2006 – 112 pagg. b/n. bros. – 12,95$
ha sempre mostrato di saperci fare, ma senza mai raggiungere gli obiettivi narrativi che si è prefisso (a parte, forse, con Cable). Ebbene, gli è bastato allontanarsi dal mondo sgargiante dei supereroi per trovare la giusta strada e raccontare una storia forte, diretta, ricca di implicazioni e, in due parole, pienamente riuscita. Con l’aiuto del bravo ma gelido Charlie Adlard (che qui utilizza una linea chiara fin troppo povera, che appare orfana dei colori) Casey racconta la caduta di un uomo che scopre di avere un male incurabile ereditario sconosciuto. Col passare dei giorni, Thomas Dare si trasforma inesorabilmente in pietra. Lo spaccato di vita che sceglie l’autore, nella città di Los Angeles, trova forza nella semplicità e logicità delle conseguenze umane e sociali di tale tragedia, che da privata si trasforma in un caso di dimensioni nazionali per l’eccezionalità dell’evento. Non ci sono mezzi termini, e i piccoli squarci di poesia si aprono su una disillusione cinica e necessaria. Ottimo anche il finale, che nella pietrificazione sembra trovare una stabilità inutilmente cercata in vita. Ottimo fumetto. (Guglielmo Nigro)

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio