BreVisioni

Shenzen – A Travelogue From China (Delisle)

di
Drawn & Quaterly, 2006 – 154 pagg. b/n. rilegato con sovracoperta – 14,95$
Dopo Pyongyang, presentato anche in Italia qualche mese fa, la casa editrice canadese Drawn & Quaterly pubblica in lingua inglese Shenzen, secondo resoconto della permanenza in terra orientale dell’autore , negli anni in cui si occupava della produzione di film di animazione per la televisione. Shenzen è una di quelle paradossali città della Cina sviluppatesi dal nulla per l’enorme scambio di produzione industriale con i paesi occidentali, insensata e per nulla a misura d’uomo. Tanto meno a misura d’uomo occidentale. Rispetto a Pyongyang, questo lavoro piace di più ancora perché Delisle sembra mettersi decisamente in gioco. Non è più solo la rappresentazione dell’incomprensione di un mondo inaccessibile e lontanissimo, ma è anche la presa di coscienza del proprio essere come persona in relazione all’estraneo e allo sconosciuto. Sempre pronto a strappare un sorriso, Delisle in Shenzen riesce più vero, più immediato e l’identificazione del lettore è semplificata. Inutile dire di quanto abbiamo bisogno di lavori come questo a metà tra il diaristico e il giornalistico, per rappresentare timori e ansie rispetto alla vastità di un mondo che solo a stento riusciamo a concepire. (Guglielmo Nigro)

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio