BreVisioni

Dark Side #7 – Blade: Oltre la notte

di Christopher Hinz e Steve Pugh
RCS quotidiani/Panini Comics, 2006 – 146 pagg. col. bros.
6,99 euro + il prezzo del quotidiano
Il personaggio di Blade riveste un ruolo piuttosto anomalo nella storia della : nato come comprimario negli anni ’70 sulle pagine di Tomb of (testata dedicata al famoso vampiro), questo singolare eroe afro-americano si ritaglio’ uno spazio importante nella serie, piacendo subito ai lettori. Pur possedendo il giusto carisma, il personaggio non sfondo’ e cadde nel dimenticatoio per i tre decenni successivi, fino a quando Avi Arad decise di ripescarlo per un nuovo film (che, in caso di flop, non avrebbe arrecato danni all’immagine inconsistente del character): quasi inaspettatamente la pellicola si rivelo’ un successo, generando ben due sequel ed una serie tv in onda negli USA in questi giorni. La Casa delle Idee decise percio’ di integrare le vicende cinematografiche nella mitologia del personaggio, ed è così che si arriva al volume che stringete fra le mani. Cristopher Hinz utilizza tutti gli stilemi classici riguardanti il mondo del popolo notturno (presi a piene mani dalla cinematografia e dalla serie di giochi di ruolo da tavolo Vampires: The Masquerade): società divise in caste e clan, vulnerabilità all’aglio e all’argento, devianze sessuali, brama di sangue, sette segrete di ammazza-vampiri. Forse è proprio per questo che la storia risulta inconsistente: durante la lettura ci si accorge della poca originalità delle vicende narrate, che sono assolutamente prive di mordente. Inoltre Blade è stato reso troppo simile al Punisher, impegnato in una lotta eterna che va oltre i confini della semplice vendetta. I disegni di Steve Pugh si dimostrano poi eccessivamente sproporzionati e grossolani, e fanno di questo fumetto una serie trash, accomunandola ad uno dei tanti horror movie che inondano le videoteche di tutto il mondo. (Luca Massari)

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio