Mostre e incontri

A Helsinki: “Omosessualità e transessualità nella storia italiana, il fumetto racconta”

Il manifesto della 29^ edizione dell'Helsinki Comics Festival

Comunicato Stampa

Omosessualità e transessualità nella storia italiana, il fumetto raccontaA Helsinki: "Omosessualità e transessualità nella storia italiana, il fumetto racconta" - Luca-de-Santis-Sara-Colaone_In-italia-sono-tutti-maschi_rid
Le tavole di due romanzi grafici italiani in mostra al 29° festival del fumetto di Helsinki
A CURA DI NICOLE BRENA E SARA COLAONE

Dal 5 al 30 settembre la Katutaidegalleria – spazio espositivo appartenente al centro fumetto di Helsinki – ospiterà le tavole dei romanzi grafici italiani In Italia sono tutti maschi (Luca de Santis, ) e In un corpo differente ().

In Italia sono tutti maschi di Luca de Santis (sceneggiatura e soggetto) e (disegni) riporta alla memoria la misconosciuta vicenda del confino degli omosessuali italiani durante il Fascismo.
Basato su personaggi realmente esistiti, questo romanzo segue il giovane documentarista Rocco sulle tracce dell’ex confinato Antonio, uno dei pochi testimoni sopravvissuti che, a distanza di cinquant’anni, per paura e per dolore non vuole più ricordare.
In Italia sono tutti maschi è il primo graphic novel che tratta questo scomodo argomento. È stato tradotto in Belgio, Francia, Germania, Polonia e Spagna, oggetto di tesi di laurea e adottato in alcune scuole superiori come testo di approfondimento sulla storia italiana.

A Helsinki: "Omosessualità e transessualità nella storia italiana, il fumetto racconta" - Fabio-Sera_In-un-corpo-differente_ridIn un corpo differente di – progetto vincitore del Premio Komikazen 2010 – racconta la storia di Romina Cecconi, detta la Romanina. Il lavoro in un circo con un numero di cabaret, il difficile rapporto con la madre, la strada e la prostituzione, l’esperienza umiliante del carcere maschile e del confino.
La storia di una delle prime transessuali in Italia ad aver cambiato sesso e ad aver fatto della propria scelta una bandiera di libertà contro il perbenismo dell’Italia degli anni Cinquanta e Sessanta.
La mostra, curata da Nicole Brena e Sara Colaone sarà inaugurata il 6 settembre, durante la seconda giornata della 29 edizione dell’Helsinki comic festival, e racconta, attraverso  una selezione di tavole tratte dai due libri, l’interessante lavoro di analisi e ricerca sulla storia e sull’evoluzione della società italiana che ha impegnato molti fumettisti italiani e attratto l’attenzione un grande numero di lettori.

A Helsinki: "Omosessualità e transessualità nella storia italiana, il fumetto racconta" - Helsinki-Comic-Festival_rid
Il manifesto della 29^ edizione dell’Helsinki Comics Festival

Organizzato da 29 anni dalla Finnish Comics Society in piazza Lasipalatsi nel centro di Helsinki, il più grande evento dedicato al fumetto di tutta la Finlandia e nord Europa includerà  una fiera e la presentazione, da parte della Small Press Heaven, delle case editrici principali e alternative della scena finlandese ed estera.

Ogni anno il festival vanta altresì un’estesa rappresentanza di artisti e case editrici internazionali.
Il programma del festival consisterà in letture, discussioni, interviste, angoli delle dediche, eventi serali e performances relazionate al mondo del fumetto, come ad esempio l’internazionale contest di disegno “Comic Battle“.
Il festival quest’anno verte sul fumetto LGTB e il fumetto tedesco.

info:
nicole.brena@yahoo.it
saracolaone.blogspot.it
lucadesantis.wordpress.com
nelfrattempoaltrove.blogspot.com

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio