BreVisioni

Interiorae #2

di
, 2006 – 32 pagg. col. spil. – 9,00euro
Uscito poco prima che l’italico paese se ne andasse in ferie e forse passato un po’ in sordina dagli scaffali delle fumetterie, ecco che con enorme piacere sono di nuovo qui a parlarvi di e del suo secondo numero di Interiorae, edito dalla Coconino nella collana Ignatz (qui la recensione al primo volume). Continuando nelle peregrinazioni tra un appartamento e l’altro di questo immaginario palazzo di una metropoli dell’Italia del nord (Milano? Torino? poco importa), la Giandelli ci accompagna attraverso i pensieri, le passioni, i dolori e le speranze dei suoi inquilini. Tra realismo e oniricita’, l’artista milanese è capace di sfornare tavole dalle forti connotazioni espressive, tese in un clima gelido amplificato da una mezzatinta tenue ed efficace. Gelo che si percepisce in ogni parola e ogni azione di questa umanità in parte naufragata in un mondo di silenzi e attese. Gabriella Giandelli ha il dono di aver qualcosa da dire e saperlo dire senza bisogno di inutili e ingombranti effetti speciali. Adatto per una sera all’imbrunire del (purtroppo) prossimo inverno. (Alberto Casiraghi)

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio