Home > BreVisioni > Magico Vento: Lo sciamano bianco dei Sioux – I Classici di Repubblica Serie Oro # 64 – 6,90

Magico Vento: Lo sciamano bianco dei Sioux – I Classici di Repubblica Serie Oro # 64 – 6,90

Magico Vento: Lo sciamano bianco dei Sioux - I Classici di Repubblica Serie Oro # 64 - 6,90  - immagine2-3050Chi davvero sia Ned Ellis, protagonista del sessantaquattresimo volume dei Classici di Repubblica Serie Oro, è una domanda alla quale nemmeno il diretto interessato ha saputo rispondere per molto tempo. Un uomo rinato a tutti gli effetti e proveniente da una cultura bianca che si ritrova ad abbracciare ad un certo punto della sua vita la cultura degli indiani d’America essendo raccolto da questi ultimi tra la vita e la morte. Una scheggia metallica conficcatasi nella sua fronte a seguito di una terribile esplosione ferroviaria cambiano il destino di un soldato dell’esercito spingendolo verso un’esistenza totalmente nuova. Ned Ellis diviene un Uomo Strano, uno sciamano guerriero con il dono della visione. Ed è proprio La grande visione ad aprire il volume seguita da Il ladro di bisonti e da I totem. Tre avventure perfettamente leggibili a se stanti perché parzialmente slegate dalla caratteristica continuity che caratterizza il personaggio creato da Manfredi, tre storie illustrate da il cui tratto si sposa perfettamente con la colorazione cui è intrisa l’opera.
Magico Vento vive comunque nel trittico delle storie alcuni aspetti fondamentali della sua connotazione caratteriale ponendo delle profonde domande su se stesso e sul senso della missione che il Grande Spirito pare averlo destinato percorrere. Attraverso simboli onirici ed alcuni principali momenti della vita delle personalità più rappresentative del proprio popolo, spiriti malvagi che suscitano i peggiori lati dell’uomo spingendolo a rancori e gelosie, totem che svettano ricordando altri luoghi e tempi dei guerrieri passati, gli autori ci portano per mano conducendoci nella saga di uno dei western italiani più apprezzati, dalla critica, ed atipici, in cui le grandi praterie calpestate dai bisonti si mescolano ad elementi di natura gotico-spiritica rinarrandoci la storia d’America con occhio il più obiettivo e disincantato possibile. Le trame sono ottimamente sceneggiate non scadendo mai di tono riuscendo ad essere agili ed esaustive al tempo stesso. Purtroppo la parte prettamente storica, una delle peculiarità migliori di Magico Vento, non fa capolino in questa raccolta. Ma non se ne avverte una eccessiva mancanza poiche’ Manfredi riesce a destreggiarsi con ugual maestria anche senza ricorrere a imponenti documentazioni, lasciandosi apprezzare per la propria vena narrativa. Probabilmente più difficoltosa è risultata essere la scelta del disegnatore, in questo caso unico, tra l’ottima scuderia della testata, che ha visto vincente il croato dal tratto plastico e dalle campiture piene ben adattabili sia al bianco e nero che al colore. Chi si avvicinasse per la prima volta alla lettura del personaggio dovrebbe difficilmente rimanerne deluso: l’avventura tipica dei prodotti dell’editore Bonelli è qui degnamente rappresentata.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

I commenti sono soggetti a moderazione, per questo motivo potresti non vederli apparire subito.
Ti preghiamo di non usare un linguaggio offensivo ma di esporre le tue idee in maniera civile.