BreVisioni

Jinbe

di
– 212 pagg. b/n bros. – 5,00euro
è uno degli autori migliori del fumetto giapponese, uno dei pochi a saper miscelare tanto attentamente sentimento, adolescenza e ironia, con una delicatezza e una lieve poesia che sono il suo marchio di fabbrica. Anche in un volume autoconclusivo come questo, che certo non si distingue per essere una delle sue opere migliori (anzi dimostra una volta di più come egli abbia bisogno di un respiro più ampio per rendere al meglio), i suoi segni distintivi si riconoscono tutti. Purtroppo la storia è particolarmente scontata, e la lunghezza limitata – almeno rispetto alle serie come Touch o Rough – condizionano anche il suo modo di raccontare, limitando i silenzi che spesso caratterizzano l’incedere dei suoi racconti. Per cultori dell’autore. (Ettore Gabrielli)

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio