BreVisioni

John Doe 23 – Il giannizzero nero

di e Walter Venturi
– 98 pagg. b/n bros. – 2,60euro
Sono contento che stia per raggiungere la fine del suo primo ciclo. Ho sempre avuto l’impressione che, nelle premesse della serie, qualcosa non fosse pienamente convincente: nelle motivazioni di JD, nella caccia di Morte, in tutta quella storia della falce. Insomma, il pretesto narrativo dei singoli episodi mi è spesso apparso più debole di alcune delle storie stesse; un problema che in alcuni casi ne riduce per me il divertimento e la partecipazione del lettore. Il numero 23, Il Giannizzero Nero, è uno di questi. Se il precedente Cinque Cuori Di Pietra si è dimostrato ottimo e perfettamente equilibrato per intensità e ritmo, quello in edicola questo mese, a firma Bartoli e Venturi, fa i conti con tali premesse, aumentando le perplessità di cui sopra. Pregevole ed efficacemente sintetica la riproposta delle origini di . Alcuni momenti della battaglia sono ben diretti da Bartoli, altri appiano meno felici e decisamente prevedibili. La presenza di nella battaglia (una presenza più spirituale e motivazionale che fisica) non convince pienamente. La doppia pagina nera con citazioni e riflessioni sulla morte fallisce il suo tentativo di dare poeticità a una strage, cadendo piuttosto in facili luoghi comuni. Attendiamo il prossimo numero, ma soprattutto le premesse del nuovo ciclo a partire da 25. (Guglielmo Nigro)

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio