Home > BreVisioni > Leo Ortolani – Cuore di Rat-Man (Plazzi)

Leo Ortolani – Cuore di Rat-Man (Plazzi)

Cosa fa esattamente un autore di fumetti? E se questo autore è , le cose le fa come le farebbero degli altri autori? Cosa ne pensano gli altri autori di come lavora e di cosa fa? Un incontro con chi fa fumetti per parlare del fumetto italiano di punta e del suo autore. Un volume su scritto dalla persona che probabilmente ne sa più di tutti della sua vita professionale (e non solo), della sua carriera editoriale, dei suoi metodi di lavoro: . Curatore di ogni sua pubblicazione, chi meglio di lui poteva andare da alcuni tra i più famosi lavoratori del fumetto (e non) a parlare di uno di loro? Uno di loro, attenzione, ma venuto “alla luce” da troppo poco per essere ancora perfettamente assimilato e quindi per essere veramente analizzato con precisione, e tutto sommato non ancora troppo digerito per valutare il suo lavoro prima che sia troppo “passato”. In questo volume sono quindi raccolte interviste mirate ad Antonio Serra, Tito Faraci, Ade Capone, , Francois Corteggiani, Gianni Fantoni, Domenico Zannuti. In più una piccola – ma interessantissima – storia editoriale di Rat-Man, dalla prima apparizione sull’Eternauta passando all’autoproduzione per diventare (come cita il sottotitolo e come spesso viene definito Leo) il più grande autore Marvel vivente. Interessantissimo in questo piccolo sunto il paragone tra alcune sequenze delle prime produzioni e le reinterpretazioni eseguite sotto l’egida Panini. Da segnalare che nella bibliografia è riportata un’intervista apparsa su lospaziobianco.

Abbiamo parlato di:
Leo Ortolani – Cuore di Rat-Man
Andrea Plazzi
, 2005
160 pagine, brossurato – 14,50€

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

I commenti sono soggetti a moderazione, per questo motivo potresti non vederli apparire subito.
Ti preghiamo di non usare un linguaggio offensivo ma di esporre le tue idee in maniera civile.