BreVisioni

Transformers – videogioco prodotto da Atari-2004

piattaforma: PlayStation2
Gioco da considerare decisamente sopra la media. Tratto dalla nuova serie televisiva e, molto più probabilmente, dalla nuova serie fumettistica della Dark Horse, si sviluppa su una modalità alla Tomb Raider, senza pero’ avere un “circuito” prestabilito da seguire, ma solo una missione da compiere. I personaggi (all’inizio solo tre) possono spostarsi da un luogo all’altro del piano di gioco attraverso dei portali warp presenti in ogni punto, laddove venga liberato un mini-com o un data-com, catturati dai decepticons per accrescere il loro potere. Come nelle due serie, infatti, questi minirobot accrescono il potere di combattimento del transformer con il quale entra in simbiosi. Le visuali del giocatore possono essere due, quella di spalle o quella soggettiva del personaggio. In questo caso si può spingere fino a tre ingrandimenti per avere la possibilità di mirare con precisione anche da grandi distanze. Inoltre c’e’ sempre la possibilità di trasformarsi in automezzo per percorrere più velocemente certi tratti o anche solo per “investire” i nemici. Se la giocabilità è ottima, a nostro avviso l’unica pecca del gioco è presente nel salvataggio che si può effettuare solo dopo aver liberato un com o saltando dentro un portale warp (sono uno a fianco dell’altro). Quindi, ogni qualvolta si ricomincia la partita, pur conservando i com liberati (e potendoli quindi usare) bisogna riabbattere i nemici già combattuti e ripercorrere tutta la strada già fatta. Una prassi che a lunga andare può portare alla noia, nonostante il gioco sia decisamente divertente

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio