Home > BreVisioni > Alan Ford: Tutto per uno, uno per tutti – I Classici di Repubblica Serie Oro #13 – 6,90euro

Alan Ford: Tutto per uno, uno per tutti – I Classici di Repubblica Serie Oro #13 – 6,90euro

 Alan Ford: Tutto per uno, uno per tutti - I Classici di Repubblica Serie Oro #13 - 6,90euro - immagine1-2095La tredicesima uscita dei Classici della Repubblica ha reso omaggio ad uno dei più originali e divertenti fumetti italiani: le avventure dell’improbabile gruppo di agenti segreti, culturalmente italianissimi nonostante vivano ed operino a New York, membri del Gruppo T.N.T.. A dispetto della sgangherata, ed in fondo dolente, umanità che i sette personaggi (più il cane Cirano) rappresentano, e Luciano Secchi, in arte e , hanno impiegato una cura meticolosa nel tratteggiare ciascuna delle personalità con perfezione certosina, rappresentando un autentico inferno metropolitano. Gli agenti, infatti, sono sette, tanti quanti i peccati capitali, pur se l’identificazione non può, onestamente, dirsi millimetrica. Il Numero Uno è iracondo tanto quanto Geremia, costantemente acciaccato dai suoi mali, è accidioso; la Cariatide è avaro ma Bob Rock è avaro, invidioso e superbo. è più che altro oggetto di lussuria, anche se può essere definito più correttamente un povero di spirito e puro d’animo, destinato ad un paradiso che forse, nella sua svagata ingenuità e accondiscendenza, vive già anticipatamente sulla terra. Naturalmente, sono tutti golosi, se non altro perché non mangiano mai. Sembrano essere inadatti a questo gioco di analogie l’indefesso Grunf e l’impeccabile conte Oliver: l’uno perché troppo devoto e pertanto, in fin dei conti, innocente; l’altro perché è così naturalmente disonesto che sembra impossibile chiedergli di essere diverso. Le avventure presentate nel volume Tutto per uno, uno per tutti sono tre e soffrono un poco del formato verticale dell’albo, ma restano comunque esilaranti e sicuramente esaustive per raccontare le avventure della scalcagnata combriccola.Il Numero Uno e Così naque il Gruppo T.N.T. ci permettono di conoscere la formazione del gruppo e le disperate storie private dei protagonisti. Superciuk introduce, invece, questo straordinario e singolare supereroe, che stende le sue vittime con fiatate puzzolenti di infimo barbera e, rovesciando il mito di Robin Hood, deruba i poveri per donare ai ricchi. Non appare strano, cosi’, che fu proprio questa avventura a lanciare definitivamente la serie che già da qualche tempo veniva pubblicata, ma che stentava a trovare la giusta consacrazione. Dopo aver mostrato un tale personaggio, non ci furono più dubbi sulla portata ironica ed sul feroce disincanto con cui venivano raccontate la avventure di un mondo balordo, e dai toni meschinamente surreali, delimitando così le coordinate di un fumetto spassosamente grottesco.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

I commenti sono soggetti a moderazione, per questo motivo potresti non vederli apparire subito.
Ti preghiamo di non usare un linguaggio offensivo ma di esporre le tue idee in maniera civile.