Mostre e incontri

“L’Estate di San Martino”di Mabel Morri: iconografia religiosa a fumetti

pio

Comunicato Stampa

“L’Estate di San Martino” nella Chiesa di San Martino in Riparotta.
Opera artistica di – Prima assoluta di iconografia religiosa a fumetti
Inaugurazione
sabato 17 maggio 2014 ore 21
Chiesa di San Martino in Riparotta
via S. Martino in Riparotta, 33 Viserba Monte – Rimini

"L’Estate di San Martino"di Mabel Morri: iconografia religiosa a fumetti - unnamed4

La chiesa di San Martino in Riparotta si veste di colore: le sue otto colonne prendono vita illustrate dalla fumettista riminese sulle quali ha raccontato a immagini degli episodi più importanti della vita di San Martino. La chiesa aprirà le sue porte nella serata di sabato 17 maggio alle ore 21 per presentare ufficialmente le nuove colonne alla conclusione di un progetto storico e di assoluta avanguardia nell’epoca moderna e nel quale il fumetto è entrato orgogliosamente unendo storia, sacralità e arte. Don Danilo Manduchi, il parroco, invita a partecipare all’evento in collaborazione con l’associazione culturale Cambia-Menti e lo spazio Gate da essa gestito, il supporto di Smiting Festival e la partecipazione del giornalista romano Adriano Ercolani. Interventi di Mabel Morri, Don Danilo Manduchi, lo storico d’arte Alessandro Giovanardi, alternati ai canti del coro gospel Satibi Singers. Ingresso libero.

Una delle volte della chiesa di San Martino in Riparotta è decorata da Eron, artista noto per le sue meravigliose opere di street art dalla strada ai musei con illustrazioni e progetti air-spray. Mabel Morri entra e si integra con felicità nell’ambiente pulito della chiesa, personalizzando le otto colonne con un centinaio di splendide tavole colorate. Due le storie di San Martino rappresentate, ogni storia su quattro colonne. La prima è quella più conosciuta: Martino che mosso da compassione divide il proprio mantello e ne cede una metà ad un povero infreddolito in strada. Questo episodio è in affreschi del Mantegna, di Giotto e di altri pittori nel corso dei secoli. La seconda storia narrata a fumetti è il percorso di Martino verso la sua nuova successiva vita spirituale. San Martino, originario ungherese, diventa poi così vescovo a Tours, in Francia. L’opera sarà sempre visibile durante i giorni e orari di apertura della chiesa.

Mabel Morri ha progettato l’opera con una emozionante visione di insieme spazio-tempo. “Ogni volta che percorro la statale che va verso Santarcangelo, alla seconda uscita dopo quella della fiera nuova, quando il campanile color crema e salmone si staglia alto tra le casette, e io lo guardo sempre scorrere sulla destra. quel campanile si vede anche dall’autostrada e per me è come guardare da lontano un luogo che si è amato, nel quale si è vissuto qualcosa di prezioso. E sì, come quando ne parlavo in studio con il grande fumettista Vittorio Giardino che asseriva di considerarsi fortunato nella sua carriera per incontri e commissioni, anche io mi ritengo fortunata di aver avuto la possibilità di lavorare a questo progetto. La fortuna di aver lasciato qualcosa di mio nel mondo, qualcosa che chiunque può vedere, qualcosa che rimarrà nel tempo.” (Mabel Morri).

Mabel Morri – Biografia
Mabel Morri è nata a Rimini nel 1975, si è diplomata al Liceo Artistico e successivamente alla Scuola del fumetto di Milano. Nel 1999 ha fondato con gli amici del corso la casa editrice indipendente Studio Monkey, con cui ha pubblicato la fanzine “Hai mai notato la forma delle mele?”. Nel 2002 ha vinto il “Premio scenario” al Festival di Fumetti di Lucerna per la migliore sceneggiatura con la storia “22 e 37” e nel 2004 il “Premio Nuove Strade” al Comicon di Napoli, consegnato da Milo Manara e Vittorio Giardino. Sempre del 2004 esce l’antologia “Vite Comuni” per il Centro Fumetto Andrea Pazienza. Dal 2005 al 2009 pubblica alcune storie brevi per Selfcomics, raccolte poi nelle 3 antologie edite da BlackVelvet editrice. Nel 2009 esce il suo primo romanzo a fumetti “Io e te su Naboo” pubblicato da Kappa Edizioni e per il quale viene premiata al Festival del Fumetto di Sarzana in Liguria. A marzo 2013 è uscita la sua seconda graphic novel “Cinquecento milioni di stelle”, pubblicata di nuovo da Kappa Edizioni. Disegna da quasi vent’anni, durante i quali ha pubblicato oltre dieci volumi italiani e stranieri su cui sono presenti sue storie brevi.

www.mabelmorri.it

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio