BreVisioni

Cosmo Color Extra #2: Mortemer (Valerie Mangin, Mario Alberti)

cosmo-editoriale-mortemer-cosmo-color-extra-la-dama-bianca-72122000010

Cosmo Color Extra #2: Mortemer (Valerie Mangin, Mario Alberti) - mortemerCase stregate e castelli infestati sono alcuni dei temi più utilizzati, ma non per questo meno efficaci, nella letteratura dell’orrore mondiale.
Essa ha una radice profonda nelle leggende popolari, spesso nere e sanguinarie, ideate proprio per mettere in guardia i bambini e i più giovani dai pericoli reali della vita, attraverso una loro rappresentazione metaforica.
Valerie Mangin si inserisce in questa tradizione, e con Mortemer propone un’abbazia infestata e un tesoro maledetto per rappresentare una delle principiali cause del male umano: l’avidità. È per la sete di denaro (o anche per il possesso delle donne, tema anch’esso presente nel racconto) che gli uomini muovono le guerre o uccidono i propri simili, e non sfugge alla regola nemmeno Guillaume Deaubonne, proprietario dell’abbazia di Mortemer.
Man mano che la storia viene raccontata (in prima persona), si entra infatti nella mente di Guillaume e se ne comprende sempre più a fondo l’avidità che alla fine si rivela una spinta ben più potente dell’amore. I disegni evocativi di alimentano poi il dubbio che a raccontare la storia sia un Guillaume morto a causa dei fantasmi che lo tormentano fin dalla più tenera età, e completano una bella ghost story in cui l’ambientazione futuristica suggerisce l’idea che il genere umano non riuscirà facilmente a liberarsi delle superstizioni e dei suoi peccati.

 

Abbiamo parlato di:
Cosmo Color Extra #2 – La dama bianca
Valerie Mangin,
Traduzione di I cosmonauti
, aprile 2014
48 pagine, colore, brossurato, € 3.50

 

Cosmo Color Extra #2: Mortemer (Valerie Mangin, Mario Alberti) - mortemer42

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio