Nuove Uscite

Edizioni Aspasia presenta il volume “220 perché dell’Universo Marvel” di Paolo Forni

Comunicato stampa

220 perché dell’Universo Marvel

Nelle sale cinematografiche Capitan America lascia il testimone al nuovo Spider-Man, ed altri film sui supereroi Edizioni Aspasia presenta il volume "220 perché dell’Universo Marvel" di Paolo Forni - 220sono annunciati ed in produzione. Ma siamo sicuri che tutti i spettatori conoscano i personaggi Marvel? Ad esempio, perché l’Uomo Ragno è scritto Spider-Man e non Spider Man o Spiderman, oppure perché è stata uccisa la sua prima fidanzata Gwen Stacy o ancora perché è nato Goblin il maligno?. Per rispondere a questi e molti altri interrogativi e curiosità sull’Uomo Ragno e sugli altri personaggi dell’Universo Marvel basta leggere il libro di : 220 perché dell’Universo Marvel, con prefazione di Massimiliano Brighel, editor della Panini Comics. Il volume è già disponibile in formato ebook (in PDF, Epub e Mobi) e si avvale di un ricco apparato iconografico per meglio far conoscere gli aspetti più reconditi dei personaggi marveliani. All’edizione digitale si aggiungerà a giorni quella cartacea.

Con questo volume l’autore mette alla prova il lettore sulle sue conoscenze del mondo Marvel, o meglio dell’Universo Marvel. 220 perché dell’Universo Marvel è un vero e proprio vademecum in cui il lettore può cimentarsi nel rispondere alle domande sull’Uomo Ragno e sugli altri personaggi nati dalla creatività della Casa delle Idee. Si possono così consolidare conoscenze ma anche apprendere nuove informazioni e tante, tante, curiosità. Nella prima parte del volume vi sono solo le domande. Nella seconda parte le domande sono accompagnate dalle soluzioni e dalle immagini delle copertine di fumetti Marvel con alcuni dei personaggi citati. Completa il volume un ampio indice di luoghi, nomi e termini, per cui risulta immediato scoprire se quanto cercato è presente tra le domande, le risposte, le didascalie delle figure o nella testatina che introduce le varie sezioni.

Dall’introduzione di Massimiliano Brighel – Ne I 220 perché della Marvel, ha deciso di aiutare i lettori dei supereroi a conoscere particolari che si annidano nelle storie, e nelle edizioni italiane, oltre a chiarire alcuni dei punti più oscuri di questo complesso mondo che nasce dalla carta. Oltre a essere un esperto di collezionismo, Paolo è infatti anche una persona molto attenta e, quando scopre una particolarità dei fumetti o una costante narrativa, ama prenderne nota per poi servirsene successivamente come fonte per ulteriori letture. Nel suo piccolo, è come se ogni giorno prendesse in mano tutti i quotidiani per capire qual è la vera notizia in un fatto riportato da tutti. Paolo in alcuni casi scopre semplicemente degli errori (errare humanum est…), e in altri piccoli o grandi segreti come quelli che ha deciso di condividere con i lettori di questo libro.

Paolo Forni Docente nell’Istituto di Istruzione Superiore Marcello Malpighi di San Giovanni in Persiceto è da sempre collezionista di fumetti e di libri umoristici. Per le edizioni Aspasia dirige la Collana Umoristica ed ha pubblicato il volume UmoristiCAMIente. Ha curato la pubblicazione: Supergulp! i fumetti in TV. Con interviste a: Brighel, Castelli, De Maria, Varetto. – Franzaroli. La satira di Emme e Frigidaire, 2010; inoltre ha editato gli ebook di vignette satiriche: Le stagioni della satira. Collezione autunno-inverno e primavera-estate 2010-2011 (2011); Spezzatino all’italiana. Satira e satiri del nostro bel paese (2011); Le stagioni della satira. Collezione inverno 2011 e annata 2012 (2012); Polpettone misto (2012); Le Stagioni della satira 2013. Dal 2012 scrive per la rivista di critica dei fumetti INK. Collabora all’organizzazione della manifestazione Un’Estate Diabolika, giunta quest’anno alla sua V edizione ed ha ideato e realizzato fin dal 2010 la manifestazione ComiCittà di San Giovanni in Persiceto curando personalmente le mostre e le iniziative.

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio