Segnalazioni

Paco Roca vince il gran premio Romics 2014 con “I solchi del destino”

Comunicato Stampa

Durante la quindicesima edizione di Romics, nella giornata di domenica 6 aprile, è stato assegnato il gran premio Romics  all’artista di fama internazionale .  si aggiudica l’ambìto premio grazie al suo graphic novel storico I solchi del destino , che catapulta il lettore negli anni della guerra civile spagnola.

Paco Roca vince il gran premio Romics 2014 con "I solchi del destino" - romics

Ciò che colpisce di questo avvincente graphic novel è l’alternarsi di episodi passati che s’intrecciano ad eventi presenti. Il narratore è infatti uno dei protagonisti sopravvissuti alla guerra, in questo modo il personaggio ci trasporta nel passato trasmettendoci tutta la tristezza, la disperazione e la violenza di ciò che è stato. Il presente è invece ambientato nel sud della Francia dove Miguel Ruiz vive attualmente. Lo stacco e il passaggio, tra presente e passato, lo ritroviamo anche nella realizzazione delle tavole: un passato caratterizzato dai toni cupi del blu, il presente realizzato con le sfumature del bianco e del nero. Gli ideali che animano tutta la storia sono come le numerose facce di un prisma di guerra: libertà, resistenza, patriottismo, attivismo, a cui si aggiungono l’atrocità della guerra, la morte, il dolore, la distruzione.

 SFOGLIA L’ANTEPRIMA  de I solchi del destino

La trama de I solchi del destino
Paco Roca ricostruisce un pezzo di storia spagnola attingendo ai ricordi di uno dei prota­gonisti e lo trasforma magistralmente in un’epopea dal sapore universale in cui i linguaggi dell’inchiesta e del racconto si mescolano e si rincorrono continuamente.Un viaggio degno dei migliori romanzi di avventura da cui si dipanano due registri narrativi differenti: il tempo passato caricodi dramma e disperazione, scandito da tavole dalle tonalità cupe del blu e il tempo presente ambientato in un sud della Francia gremito di personaggi identificabili con l’artista stesso in cui le linee questa volta si assottigliano e tornano al grado zero del bianco e nero.

L’autore
A metà degli anni Novanta, Paco Roca (Francisco Martínez Roca, Valencia 1969) si è fatto conoscere nel mercato spagnolo come un artista eclettico, capace di raccontare e disegnare diversi tipi di storie con la stessa intensità. Pubblica regolarmente per la rivista spagnola La Cúpula e ha già realizzato diversi graphic novel:  Il faro  e Le strade di sabbia . Tra le altre opere pubblicate da Paco Roca in Italia ricordiamo: L’inverno del disegnatore  (2011), romanzo grafico che racconta l’avventura di un gruppo di disegnatori spagnoli in epoca franchista che, per la loro difficile condizione professionale, diedero avvio a una vera e propria ribellione contro il mancato riconoscimento dei lori diritti;  Emotional world tour  (2012), un divertente e divertito diario di viaggio dell’autore che, insieme a Miguel Gallardo, racconta la grande esperienza umana vissuta durante la promozione dei loro graphic novel dalla tematica adulta e difficile, Rughe e Maria e io Memorie di un uomo in pigiama  (2012), una collezione di esilaranti scenette tratte dalla vita quotidiana dell’autore, felice di aver coronato il suo sogno d’infanzia, ovvero restare tutto il giorno pigiama;  Il gioco lugubre  (2013), graphic novel che gioca con il mito di Salvador Dalí e le suggestioni oniriche e bizzarre dell’arte surrealista. Tra le ultime pubblicazioni, troviamo la nuova edizione di Rughe , nella collana Le Ali (aprile 2013) e I solchi del destino  (dicembre 2013).  

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio