Nuove Uscite

Dall’11 aprile torna in edicola Ken Parker, nella nuova edizione curata dalla Mondadori Comics

unnamedt

Comunicato Stampa

lancia KEN PARKER, una saga leggendaria che ha fatto la storia del fumetto italiano. Settimanale, in Dall'11 aprile torna in edicola Ken Parker, nella nuova edizione curata dalla Mondadori Comics - unnamed4edicola ogni venerdì, a partire dall’ 11 aprile.

“I personaggi, come i figli, una volta messi al mondo, diventano autonomi. ha deciso di riprendere il cammino.”

Finalmente, con , il ritorno nelle edicole di . Una nuova edizione in cui gli autori della serie, e , renderanno i testi più fluidi e riguarderanno l’equilibrio formale delle tavole. Un’opera che consegnerà ai lettori di vecchia e nuova generazione l’esperienza narrativa di un capolavoro inossidabile. Chi ha conosciuto e amato Ken Parker, vive il ricordo delle avventure di cui è stato protagonista con uno straziante senso di mancanza. Chi non l’ha conosciuto sa che il personaggio ideato quasi quarant’anni fa dallo sceneggiatore Giancarlo Berardi e dal disegnatore , è stato protagonista di un momento fondamentale nella storia del fumetto seriale italiano.

A partire da venerdì 11 aprile prenderà il via, con periodicità settimanale, una collana di “Ken Parker” come non si era mai vista prima. Distribuita in tutte le edicole, fumetterie e librerie.

50 volumi di grande formato 21 x 26 cm da 200 pagine o più. Ogni volume comprenderà due o più episodi proposti in ordine strettamente cronologico, caratterizzati da carta ad alta grammatura, elevata qualità di stampa e una confezione editoriale pregiatissima, sia dal punto di vista grafico che da quello contenutistico. Il primo volume verrà proposta ad un eccezionale prezzo di lancio di 1,90 €, i successivi volumi a 7,99 €.

Le copertine si avvarranno di un logo ridefinito per l’occasione mentre le storie saranno precedute da un ricco apparato redazionale curato da Luca Raffaelli e da alcuni tra i migliori esperti e critici italiani del fumetto. Per la prima volta da decenni, alcuni episodi di “Ken Parker” verranno riproposti nella loro originale versione a colori avvalendosi di una qualità di stampa superiore. Queste storie, non verranno proposte separatamente, con uscite speciali, ma integrate all’interno della collana nella loro precisa posizione cronologica.

Come già preannunciato durante l’ultima edizione di Lucca Comics&Games, Berardi e Milazzo hanno in programma un episodio conclusivo che tirerà le fila del lungo cammino di Ken Parker. Un punto fermo che darà la certezza che quel rapporto di passione e di fantasia iniziato quattro decenni fa non si è mai spezzato. La pianificazione media che Mondadori Comics ha programmato per il lancio del fumetto sarà imponente. Verrà programmata un’ampia campagna sui principali siti web in target, sui social media, sui quotidiani nazionali e sulle testate periodiche.

Gli Autori:

Giancarlo Berardi: Nato a Genova nel 1949, debutta collaborando a Tarzan, Silvestro e Diabolik. Dopo la laurea, si dedica ai comics e realizza testi de “Il piccolo ranger”, e le storie “Terra maledetta” e “Wyatt Doyle”. Tiki, la sua prima serie con il disegnatore , è del 1976, seguita nel 1977 da Ken Parker. Quindi dà vita a Welcome to Springville, con Renzo Calegari, a “L’uomo delle Filippine” e a “Marvin il detective”. Nel 1986 sceneggia Sherlock Holmes, per le chine di Giorgio Trevisan. Scrive poi “Oklahoma”, primo numero del “Maxi Tex”, un episodio di Nick Raider, e i racconti raccolti in Fantasticheria e Luci e ombre. Dopo Tom’s bar e Giuli Bai & Co., nel 1989, è tra i fondatori della Parker Editore, che produce nuovi episodi per il “Ken Parker Magazine”. La stessa formula viene continuata dalla Sergio Bonelli Editore fino al 1996. Dall’ottobre del 1998, Berardi è autore e curatore di Julia, un mensile della Sergio Bonelli Editore. Cantautore per diletto, nel 2002 registra “Echi di terre lontane”, un cd dedicato a Ken Parker.

Ivo Milazzo: Nato a Tortona nel 1947, inizia la carriera come disegnatore di fumetti nel 1971. Dal 1974 crea con Giancarlo Berardi Ken Parker, Tiki, Welcome to Springville, L’uomo delle Filippine, Marvin, Tom’s bar e Giuli Bai. Il Boia rosso, per l’editore francese Les Humanoides Associes, è del 2004 con Francesco Artibani, del 2007 invece il volume Baden- Powell, La grande avventura su testi di Paolo Fizzarotti, prodotto da Lizard Edizioni. Sempre nel 2007, per il bicentenario della nascita dell’Eroe dei Due Mondi, la Farnesina gli commissiona il volume Garibaldi con i maggiori illustratori italiani. È del 2010 la graphic-novel Uomo Faber (testi di F. Calzia), dedicata a Fabrizio De André, per DeAgostini e La Repubblica. Nel 2011 per la San Paolo concepisce con Artibani il volume Storie d’Italia per i 150 anni dell’Unità d’Italia. È recente un volume su testi di J.P. Dionnet con Dargaud e un racconto per American vampires anthology, scritto da Rafael Albuquerque. Presidente dell’Associazione Autori d’Immagini, promuove da sempre la difesa del diritto d’autore per il Cinema di Animazione e il Fumetto.

mondadoricomics.it

2 Commenti

2 Comments

  1. enrico

    22 aprile 2014 a 09:15

    Ciao a tutti.
    Sono contentissimo della ennesima ristampa riveduta e corretta e non vedo l’ora di acquistarla, la mia felicità è però in parte smorzata dalla notizia che UN solo episodio inedito concluderà per sempre la saga.
    Precisiamo, meglio così che niente, ma una continuazione un pò più lunga sarebbe stata la notizia più bella!
    Chissà che i grandi Giancarlo e Ivo nel frattempo non ci ripensino…..
    So long

    • la redazione

      la redazione

      24 aprile 2014 a 13:53

      Grazie del commento Enrico. Che dire, purtroppo non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca! :) Vediamo comunque questo finale annunciato, anche perché, per quanto Berardi e Milazzo siano due grandi professionisti e due artisti, non è detto che riprendere Ken Parker oggi porterebbe a storie belle come quelle passate. A volte le alchimie di una serie o di un personaggio sono delicatissime, ed è passato così tanto tempo, esperienze… Meglio una fine onorevole di un eventuale lento stillicidio, non trovi? O forse è solo come la favola della volpe e dell’uva, cerchiamo di convincerci che alla fine è meglio così per non piangere :P ;)
      A presto e buone letture!

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio