Home > Articoli > Recensioni > A lezione di fumetto da Tito Faraci

A lezione di fumetto da Tito Faraci

A lezione di fumetto da Tito Faraci - immagine1-1366 è uno dei pochi “cavalli di razza” dell’industria fumettistica italiana. Sfogliando anche solo velocemente la sua fumettografia, sembra impensabile che abbia esordito professionalmente solo nel 1995. Dalla sua prima prova per il divertente Arthur King lo scrittore milanese ha iniziato ad inanellare numerosi successi di critica e pubblico, muovendosi senza difficoltà da Topolino a Dylan Dog, da a , passando per l’Uomo Ragno e Nick Raider. Un autore poliedrico e capace di adattare il suo stile a qualsiasi atmosfera, pur mantenendo un filo conduttore comune: la voglia di analizzare i vari personaggi sotto una luce diversa dal solito, senza pero’ snaturarne le caratteristiche basilari.

Di recente e su queste stesse pagine, abbiamo avuto la possibilità di conoscere un po’ meglio il prolifico e duttile autore attraverso un’intervista esclusiva. Ora Coniglio Editore ci fornisce un mezzo per approfondire ulteriormente questa conoscenza: Tito Faraci, per scrivere fumetti, ovvero teorie, tecniche e consigli per diventare scrittori di comics. Si tratta di un pregevole volume di quasi 200 pagine, al prezzo di 14.5 Euro, curato da . Il giornalista e sceneggiatore ha raccolto e selezionato le interviste, le lezioni e le dichiarazioni di Faraci legate ai suoi “segreti” tecnici e stilistici, unendo tutto il materiale in un discorso organico ed unitario, completato da appunti e testimonianze inedite rilasciate per l’occasione.

Oltre alle “lezioni teoriche” sulla costruzione di un fumetto, dall’idea iniziale al prodotto finito, l’opera presenta anche numerose pagine tratte dalle sceneggiature originali affiancate alle tavole finali realizzate dai disegnatori. Confrontare le due versioni è interessante ed istruttivo, perché permette di capire a fondo non solo lo stile di Faraci, ma anche il metodo per realizzare una sceneggiatura professionale. Oltre al materiale dedicato alla produzione fumettistica, sono da notare anche alcune pagine di sceneggiatura tratte della serie animata dedicata a Lupo Alberto ed il capitolo interamente dedicato al rapporto tra fumetto e censura.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

I commenti sono soggetti a moderazione, per questo motivo potresti non vederli apparire subito.
Ti preghiamo di non usare un linguaggio offensivo ma di esporre le tue idee in maniera civile.