Black Block #1-3 (Joe Tondelli, AA.VV.)

DamageComix affronta lo spinoso mondo dei fumetti di supereroi, creando un prodotto con buone potenzialità, ma non riuscendo a sfruttarle al meglio.

Black Block #1-3 (Joe Tondelli, AA.VV.)Bobby Bennet è il supereroe White Feather e vive in un mondo di supereroi. Non è una vita semplice, ma un’esistenza di stenti,  precariato e  frustrazioni. Dopo l’ennesimo rifiuto al provino per il reality show Next Hero e la tragica scoperta  del cancro che affligge la madre di sua moglie , la sua condizione  diventa disperata. Questi sconvolgimenti portano il protagonista a scoprire nuovi poteri e a maturare una decisione: trasformarsi in Black Block e rapinare una banca.
La piccola casa editrice Damage Comix esordisce nel campo del fumetto supereroistico con una storia riuscita a metà. Le sceneggiature di Joe Tondelli ondeggiano tra i cliché del genere e alcuni spunti interessanti: temi attuali come il precariato, l’illusione della popolarità facile e vuota, l’impulso a farsi giustizia da soli, le ombre del populismo, la doppia faccia di chi detiene il potere.
Tuttavia la risoluzione delle vicende appare troppo veloce e approssimativa (ad esempio il confronto tra Bennet e la moglie), lasciando il lettore parzialmente insoddisfatto; il conflitto morale del protagonista e le caratterizzazioni dei personaggi risultano invece più convincenti.
I  disegnatori che si avvicendano nei tre numeri cercano di mantenere una continuità stilistica pur conservando caratteristiche distintive. Il risultato è variegato, e non sempre la qualità dei disegni  si attesta su un livello costante. Tra tutti spicca Enrico Vassallo, con uno stile ricco e sfaccettato, i quali chiaroscuri conferiscono grande drammaticità alle scene iniziali del secondo numero.

Abbiamo parlato di:
Black Block 1-3
Joe Tondelli, Salvatore Villirillo, Catia Fantini, Tommaso Ronda, Enrico Vassallo
Damage
Comix, novembre 2013/novembre 2014
60 pagine cad., spillato, a colori – 5,00 € cad.

Black Block #1-3 (Joe Tondelli, AA.VV.)

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio